fontana edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
Fontana Edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
Home / Personaggi / Alberto Ménasche. Cercate la verità e praticate la virtù

Alberto Ménasche. Cercate la verità e praticate la virtù

CHF 25,00

In Ticino Alberto Ménasche è figura conosciuta per il ruolo pubblico che ha rivestito, particolarmente in ambito economico. La sua intensa attività professionale lo aveva infatti portato ai vertici di un grande gruppo commerciale come Manor. I più ignorano invece le sue radici e il travagliato percorso che ne ha accompagnato l’esistenza. Ménasche nasce nel 1936 in Egitto all’interno della comunità ebraica di lingua francese. Lasciata la terra natale per recarsi in Svizzera a completare i suoi studi si sarebbe trovato confrontato con situazioni impreviste che lo avrebbero condotto a vivere nella condizione di apolide per un ventennio senza poter fare ritorno ad Heliopolis, la sua città d’origine. Questa ed altre esperienze, soprattutto le più sofferte, hanno contribuito a segnarne la personalità e a costruire un rapporto del tutto personale con il mondo a cominciare da quello con la religione ebraica lungo un percorso che non è ancora concluso. Al di là e al di sopra, si potrebbe aggiungere, delle stesse ideologie politiche. Fondamentale, per Alberto Ménasche, è stato a questo proposito l’incontro con la Massoneria della quale è arrivato ai vertici quale Gran Maestro della Gran Loggia Svizzera Alpina perché, ricorda spesso, il massone è “colui che cerca”. Ne escono i contorni di una storia personale che meritava di essere raccontata.

In Ticino Alberto Ménasche è figura conosciuta per il ruolo pubblico che ha rivestito, particolarmente in ambito economico. La sua intensa attività professionale lo aveva infatti portato ai vertici di un grande gruppo commerciale come Manor. I più ignorano invece le sue radici e il travagliato percorso che ne ha accompagnato l’esistenza. Ménasche nasce nel 1936 in Egitto all’interno della comunità ebraica di lingua francese. Lasciata la terra natale per recarsi in Svizzera a completare i suoi studi si sarebbe trovato confrontato con situazioni impreviste che lo avrebbero condotto a vivere nella condizione di apolide per un ventennio senza poter fare ritorno ad Heliopolis, la sua città d’origine. Questa ed altre esperienze, soprattutto le più sofferte, hanno contribuito a segnarne la personalità e a costruire un rapporto del tutto personale con il mondo a cominciare da quello con la religione ebraica lungo un percorso che non è ancora concluso. Al di là e al di sopra, si potrebbe aggiungere, delle stesse ideologie politiche. Fondamentale, per Alberto Ménasche, è stato a questo proposito l’incontro con la Massoneria della quale è arrivato ai vertici quale Gran Maestro della Gran Loggia Svizzera Alpina perché, ricorda spesso, il massone è “colui che cerca”. Ne escono i contorni di una storia personale che meritava di essere raccontata.

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g
Dimensioni 14.8 × 21 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE546

ISBN

978-88-8191-630-6

Pagine

116

Informazioni prodotto

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g
Dimensioni 14.8 × 21 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE546

ISBN

978-88-8191-630-6

Pagine

116

CHF 25,00

In Ticino Alberto Ménasche è figura conosciuta per il ruolo pubblico che ha rivestito, particolarmente in ambito economico. La sua intensa attività professionale lo aveva infatti portato ai vertici di un grande gruppo commerciale come Manor. I più ignorano invece le sue radici e il travagliato percorso che ne ha accompagnato l’esistenza. Ménasche nasce nel 1936 in Egitto all’interno della comunità ebraica di lingua francese. Lasciata la terra natale per recarsi in Svizzera a completare i suoi studi si sarebbe trovato confrontato con situazioni impreviste che lo avrebbero condotto a vivere nella condizione di apolide per un ventennio senza poter fare ritorno ad Heliopolis, la sua città d’origine. Questa ed altre esperienze, soprattutto le più sofferte, hanno contribuito a segnarne la personalità e a costruire un rapporto del tutto personale con il mondo a cominciare da quello con la religione ebraica lungo un percorso che non è ancora concluso. Al di là e al di sopra, si potrebbe aggiungere, delle stesse ideologie politiche. Fondamentale, per Alberto Ménasche, è stato a questo proposito l’incontro con la Massoneria della quale è arrivato ai vertici quale Gran Maestro della Gran Loggia Svizzera Alpina perché, ricorda spesso, il massone è “colui che cerca”. Ne escono i contorni di una storia personale che meritava di essere raccontata.

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g
Dimensioni 14.8 × 21 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE546

ISBN

978-88-8191-630-6

Pagine

116

Informazioni aggiuntive

Peso 250 g
Dimensioni 14.8 × 21 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE546

ISBN

978-88-8191-630-6

Pagine

116

Descrizione

In Ticino Alberto Ménasche è figura conosciuta per il ruolo pubblico che ha rivestito, particolarmente in ambito economico. La sua intensa attività professionale lo aveva infatti portato ai vertici di un grande gruppo commerciale come Manor. I più ignorano invece le sue radici e il travagliato percorso che ne ha accompagnato l’esistenza. Ménasche nasce nel 1936 in Egitto all’interno della comunità ebraica di lingua francese. Lasciata la terra natale per recarsi in Svizzera a completare i suoi studi si sarebbe trovato confrontato con situazioni impreviste che lo avrebbero condotto a vivere nella condizione di apolide per un ventennio senza poter fare ritorno ad Heliopolis, la sua città d’origine. Questa ed altre esperienze, soprattutto le più sofferte, hanno contribuito a segnarne la personalità e a costruire un rapporto del tutto personale con il mondo a cominciare da quello con la religione ebraica lungo un percorso che non è ancora concluso. Al di là e al di sopra, si potrebbe aggiungere, delle stesse ideologie politiche. Fondamentale, per Alberto Ménasche, è stato a questo proposito l’incontro con la Massoneria della quale è arrivato ai vertici quale Gran Maestro della Gran Loggia Svizzera Alpina perché, ricorda spesso, il massone è “colui che cerca”. Ne escono i contorni di una storia personale che meritava di essere raccontata.

Cart
  • No products in the cart.