fontana edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
Fontana Edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
Home / Personaggi / Ezio Canonica (1922-1978). L’uomo Il politico Il sindacalista

Ezio Canonica (1922-1978). L’uomo Il politico Il sindacalista

CHF 20,00

“L’ho conosciuto nel 1949, l’ho seguito come politico, ma in particolare l’ho apprezzato come uomo. Quando credeva in qualcosa lottava fino in fondo per la sua idea, anche se sapeva che le possibilità di successo erano scarse ed il suo impegno avrebbe potuto anche danneggiarlo. Gli fui a fianco nella lotta contro l’iniziativa Schwarzenbach. Si impegnò con tutte le sue forze perché ne vedeva l’ingiustizia. E lo ebbi a fianco nei primi anni 60 in occasione della campagna contro l’armamento atomico. Spese tempo e denaro per aiutare i lavoratori italiani vittime di ingiustizie, non sempre ripagato da riconoscenza. Piccoli esempi fra molti per ricordare la sua umanità e il suo impegno. È quindi più che giusto ricordarlo, per portarlo ad esempio a chi non ha mai avuto la fortuna di conoscerlo”.
Dr. med. Sandro Pedroli, Bodio-Zurigo (1923-2019)

“L’ho conosciuto nel 1949, l'ho seguito come politico, ma in particolare l’ho apprezzato come uomo. Quando credeva in qualcosa lottava fino in fondo per la sua idea, anche se sapeva che le possibilità di successo erano scarse ed il suo impegno avrebbe potuto anche danneggiarlo. Gli fui a fianco nella lotta contro l’iniziativa Schwarzenbach. Si impegnò con tutte le sue forze perché ne vedeva l’ingiustizia. E lo ebbi a fianco nei primi anni 60 in occasione della campagna contro l’armamento atomico. Spese tempo e denaro per aiutare i lavoratori italiani vittime di ingiustizie, non sempre ripagato da riconoscenza. Piccoli esempi fra molti per ricordare la sua umanità e il suo impegno. È quindi più che giusto ricordarlo, per portarlo ad esempio a chi non ha mai avuto la fortuna di conoscerlo”.
Dr. med. Sandro Pedroli, Bodio-Zurigo (1923-2019)

Informazioni aggiuntive

Peso 150 g
Dimensioni 21 × 14,8 × 1 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE584

ISBN

978-88-8191-670-2

Pagine

52

Sottotitolo

Una pubblicazione degli Amici di Ezio Canonica

Informazioni prodotto

Informazioni aggiuntive

Peso 150 g
Dimensioni 21 × 14,8 × 1 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE584

ISBN

978-88-8191-670-2

Pagine

52

Sottotitolo

Una pubblicazione degli Amici di Ezio Canonica

CHF 20,00

“L’ho conosciuto nel 1949, l'ho seguito come politico, ma in particolare l’ho apprezzato come uomo. Quando credeva in qualcosa lottava fino in fondo per la sua idea, anche se sapeva che le possibilità di successo erano scarse ed il suo impegno avrebbe potuto anche danneggiarlo. Gli fui a fianco nella lotta contro l’iniziativa Schwarzenbach. Si impegnò con tutte le sue forze perché ne vedeva l’ingiustizia. E lo ebbi a fianco nei primi anni 60 in occasione della campagna contro l’armamento atomico. Spese tempo e denaro per aiutare i lavoratori italiani vittime di ingiustizie, non sempre ripagato da riconoscenza. Piccoli esempi fra molti per ricordare la sua umanità e il suo impegno. È quindi più che giusto ricordarlo, per portarlo ad esempio a chi non ha mai avuto la fortuna di conoscerlo”.
Dr. med. Sandro Pedroli, Bodio-Zurigo (1923-2019)

Informazioni aggiuntive

Peso 150 g
Dimensioni 21 × 14,8 × 1 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE584

ISBN

978-88-8191-670-2

Pagine

52

Sottotitolo

Una pubblicazione degli Amici di Ezio Canonica

Informazioni aggiuntive

Peso 150 g
Dimensioni 21 × 14,8 × 1 cm
Autore

Copertina

Semirigida

Formato

14.8x21cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE584

ISBN

978-88-8191-670-2

Pagine

52

Sottotitolo

Una pubblicazione degli Amici di Ezio Canonica

Descrizione

“L’ho conosciuto nel 1949, l’ho seguito come politico, ma in particolare l’ho apprezzato come uomo. Quando credeva in qualcosa lottava fino in fondo per la sua idea, anche se sapeva che le possibilità di successo erano scarse ed il suo impegno avrebbe potuto anche danneggiarlo. Gli fui a fianco nella lotta contro l’iniziativa Schwarzenbach. Si impegnò con tutte le sue forze perché ne vedeva l’ingiustizia. E lo ebbi a fianco nei primi anni 60 in occasione della campagna contro l’armamento atomico. Spese tempo e denaro per aiutare i lavoratori italiani vittime di ingiustizie, non sempre ripagato da riconoscenza. Piccoli esempi fra molti per ricordare la sua umanità e il suo impegno. È quindi più che giusto ricordarlo, per portarlo ad esempio a chi non ha mai avuto la fortuna di conoscerlo”.
Dr. med. Sandro Pedroli, Bodio-Zurigo (1923-2019)