fontana edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
Fontana Edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
In offerta!
Home / Collana Il Ticino del passato / Il Ticino dei ’10

Il Ticino dei ’10

In offerta!

CHF 34,00

Il Ticino manda in Consiglio federale, come suo rappresentante, l’airolese Giuseppe Motta, organizza i primi ‘meeting’ aerei, inaugura l’impianto idroelettrico della Biaschina e la ferrovia Lugano-Ponte Tresa, ma poi scoppia la prima grande guerra mondiale e la mobilitazione dell’esercito svizzero veste da soldato anche il nostro Cantone. Il libro mostra, di questo preoccupato e preoccupante periodo, le marce e le libere uscite, ma poi, cessato il conflitto, esso apre nuovamente le sue pagine all’arte e allo sport, non dimenticando i personaggi insoliti come il bellinzonese Adolfo Carmine che vuole acquistare il castello di Sasso Corbaro per farne la sua irredentistica reggia.

Il Ticino manda in Consiglio federale, come suo rappresentante, l'airolese Giuseppe Motta, organizza i primi 'meeting' aerei, inaugura l'impianto idroelettrico della Biaschina e la ferrovia Lugano-Ponte Tresa, ma poi scoppia la prima grande guerra mondiale e la mobilitazione dell'esercito svizzero veste da soldato anche il nostro Cantone. Il libro mostra, di questo preoccupato e preoccupante periodo, le marce e le libere uscite, ma poi, cessato il conflitto, esso apre nuovamente le sue pagine all'arte e allo sport, non dimenticando i personaggi insoliti come il bellinzonese Adolfo Carmine che vuole acquistare il castello di Sasso Corbaro per farne la sua irredentistica reggia.

Informazioni aggiuntive

Peso 1500 g
Dimensioni 30 × 24 cm
Autore

Copertina

Cartonata con sovracoperta

Formato

24x30cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE022

ISBN

88-8191-117-5

Pagine

176

Informazioni prodotto

Informazioni aggiuntive

Peso 1500 g
Dimensioni 30 × 24 cm
Autore

Copertina

Cartonata con sovracoperta

Formato

24x30cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE022

ISBN

88-8191-117-5

Pagine

176

CHF 34,00

Il Ticino manda in Consiglio federale, come suo rappresentante, l'airolese Giuseppe Motta, organizza i primi 'meeting' aerei, inaugura l'impianto idroelettrico della Biaschina e la ferrovia Lugano-Ponte Tresa, ma poi scoppia la prima grande guerra mondiale e la mobilitazione dell'esercito svizzero veste da soldato anche il nostro Cantone. Il libro mostra, di questo preoccupato e preoccupante periodo, le marce e le libere uscite, ma poi, cessato il conflitto, esso apre nuovamente le sue pagine all'arte e allo sport, non dimenticando i personaggi insoliti come il bellinzonese Adolfo Carmine che vuole acquistare il castello di Sasso Corbaro per farne la sua irredentistica reggia.

Informazioni aggiuntive

Peso 1500 g
Dimensioni 30 × 24 cm
Autore

Copertina

Cartonata con sovracoperta

Formato

24x30cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE022

ISBN

88-8191-117-5

Pagine

176

Informazioni aggiuntive

Peso 1500 g
Dimensioni 30 × 24 cm
Autore

Copertina

Cartonata con sovracoperta

Formato

24x30cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE022

ISBN

88-8191-117-5

Pagine

176

Descrizione

Il Ticino manda in Consiglio federale, come suo rappresentante, l’airolese Giuseppe Motta, organizza i primi ‘meeting’ aerei, inaugura l’impianto idroelettrico della Biaschina e la ferrovia Lugano-Ponte Tresa, ma poi scoppia la prima grande guerra mondiale e la mobilitazione dell’esercito svizzero veste da soldato anche il nostro Cantone. Il libro mostra, di questo preoccupato e preoccupante periodo, le marce e le libere uscite, ma poi, cessato il conflitto, esso apre nuovamente le sue pagine all’arte e allo sport, non dimenticando i personaggi insoliti come il bellinzonese Adolfo Carmine che vuole acquistare il castello di Sasso Corbaro per farne la sua irredentistica reggia.

Cart
  • No products in the cart.