fontana edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
Fontana Edizioni
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors
product
Home / Aviazione e ferrovia / La Ferrovia del Gottardo

La Ferrovia del Gottardo

CHF 68,00

Questa opera riccamente illustrata, anche con documenti inediti, fornisce le risposte a questi e a molti altri interrogativi su due delle più importanti opere del diciannovesimo e del ventunesimo secolo che assicurano la comunicazione tra il Nord e il Sud dell’Europa: le Gallerie del San Gottardo. Dalla “Via delle genti” ad AlpTransit l’epopea di una gigantesca impresa, dei suoi ideatori e artefici raccontata in modo semplice e accessibile a tutti. AlpTransit “non è solo una prodezza di precisione e ingegneria”, scrive la Neue Luzerner Zeitung, ma è anche un “capolavoro della democrazia diretta”. A due riprese, nel 1992 e nel 1998, il popolo svizzero ha infatti dato il via libera a questo progetto da 12 miliardi di franchi. È un simbolo dell’apertura svizzera sul mondo.

Questa opera riccamente illustrata, anche con documenti inediti, fornisce le risposte a questi e a molti altri interrogativi su due delle più importanti opere del diciannovesimo e del ventunesimo secolo che assicurano la comunicazione tra il Nord e il Sud dell'Europa: le Gallerie del San Gottardo. Dalla "Via delle genti" ad AlpTransit l'epopea di una gigantesca impresa, dei suoi ideatori e artefici raccontata in modo semplice e accessibile a tutti. AlpTransit "non è solo una prodezza di precisione e ingegneria", scrive la Neue Luzerner Zeitung, ma è anche un "capolavoro della democrazia diretta". A due riprese, nel 1992 e nel 1998, il popolo svizzero ha infatti dato il via libera a questo progetto da 12 miliardi di franchi. È un simbolo dell'apertura svizzera sul mondo.

Informazioni aggiuntive

Peso 1570 g
Dimensioni 28 × 24 cm
Autore

, ,

Copertina

Cartonata

Formato

24x28cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE427

ISBN

978-88-8191-488-3

Pagine

264

Informazioni prodotto

Informazioni aggiuntive

Peso 1570 g
Dimensioni 28 × 24 cm
Autore

, ,

Copertina

Cartonata

Formato

24x28cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE427

ISBN

978-88-8191-488-3

Pagine

264

CHF 68,00

Questa opera riccamente illustrata, anche con documenti inediti, fornisce le risposte a questi e a molti altri interrogativi su due delle più importanti opere del diciannovesimo e del ventunesimo secolo che assicurano la comunicazione tra il Nord e il Sud dell'Europa: le Gallerie del San Gottardo. Dalla "Via delle genti" ad AlpTransit l'epopea di una gigantesca impresa, dei suoi ideatori e artefici raccontata in modo semplice e accessibile a tutti. AlpTransit "non è solo una prodezza di precisione e ingegneria", scrive la Neue Luzerner Zeitung, ma è anche un "capolavoro della democrazia diretta". A due riprese, nel 1992 e nel 1998, il popolo svizzero ha infatti dato il via libera a questo progetto da 12 miliardi di franchi. È un simbolo dell'apertura svizzera sul mondo.

Informazioni aggiuntive

Peso 1570 g
Dimensioni 28 × 24 cm
Autore

, ,

Copertina

Cartonata

Formato

24x28cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE427

ISBN

978-88-8191-488-3

Pagine

264

Informazioni aggiuntive

Peso 1570 g
Dimensioni 28 × 24 cm
Autore

, ,

Copertina

Cartonata

Formato

24x28cm

Lingua

Italiano

Codice articolo

FE427

ISBN

978-88-8191-488-3

Pagine

264

Descrizione

Questa opera riccamente illustrata, anche con documenti inediti, fornisce le risposte a questi e a molti altri interrogativi su due delle più importanti opere del diciannovesimo e del ventunesimo secolo che assicurano la comunicazione tra il Nord e il Sud dell’Europa: le Gallerie del San Gottardo. Dalla “Via delle genti” ad AlpTransit l’epopea di una gigantesca impresa, dei suoi ideatori e artefici raccontata in modo semplice e accessibile a tutti. AlpTransit “non è solo una prodezza di precisione e ingegneria”, scrive la Neue Luzerner Zeitung, ma è anche un “capolavoro della democrazia diretta”. A due riprese, nel 1992 e nel 1998, il popolo svizzero ha infatti dato il via libera a questo progetto da 12 miliardi di franchi. È un simbolo dell’apertura svizzera sul mondo.

Cart
  • No products in the cart.